FOTOCELLULA NON FUNZIONANTE, COSA FARE PRIMA DI CHIAMARE IL TECNICO

In questo articolo vorrei provare ad aiutarti nel caso in cui le fotocellule smettano di funzionare…
Esistono infatti alcuni accorgimenti che potresti fare tu stesso, prima di contattare un tecnico, che spesso sono risolutivi.

Come funziona una fotocellula

Le fotocellule sono dispositivi di sicurezza che interrompono la movimentazione del cancello nel caso in cui un corpo estraneo sia nel campo di azione durante la movimentazione; le classiche fotocellule sono composte da un modulo trasmettitore ed un modulo ricevitore installati parallelamente. Il funzionamento è molto semplice: il trasmettitore invia un fascio di luce infrarosso al ricevitore che, quando interrotto (ovvero quando qualcuno o qualcosa attraversa le fotocellule), segnala alla centrale di comando di fermare il motore (o i motori). 

Questi dispositivi sono esposti direttamente agli agenti esterni ed è quindi possibile che si rompano o smettano di funzionare; spesso il mancato funzionamento può risolversi con piccoli accorgimenti, senza dover necessariamente sostituire le fotocellule 

 


Cosa controllare se le fotocellule  smettono di funzionare

  • Il primo banale controllo è di tipo “uditivo” nel senso che bisogna provare ad interrompere il fascio di luce infrarosso e sentire se il ricevitore fa “click”; questo click altro non è che il relay interno al ricevitore che scatta quando il fascio di luce infrarosso è interrotto. Prova quindi con la mano a coprire e scoprire una fotocellula, se senti il click molto probabilmente il problema non è dato dalla fotocellula, oppure (ma in casi più rari) il relay scatta ma non segnala alla centrale; potrebbe a questo punto essere il relay rotto o incollato (capita raramente per fortuna nei prodotti di qualità) oppure il collegamento dal ricevitore alla centrale di comando da rivedere oppure un problema stesso sulla centrale di comando. Quindi se le fotocellule fanno “click” quando passi la mano, prova a controllare i fili di collegamento che siano ben serrati alle morsettiere e non tagliati o interrotti; se i collegamenti sono a posto, controlla con il tester (usando la funzione “continuità” o banalmente “beep”) l’uscita dei relay delle fotocellule: quando scatta il relay deve chiudere o aprire il circuito (quindi il tester deve fare “beep” o smettere di fare “beep”). Se questi test danno esito positivo allora le fotocellule funzionano.
  • Prova a rimuovere le plastiche di copertura delle fotocellule e verifica che le schede elettroniche all’interno siano pulite: ragnatele, insetti, nidi di vespe, etc… non devono esserci. In caso contrario utilizza un pennello per pulire bene il tutto e un po di spray disossidante per contatti elettrici. A questo punto verifica chele fotocellule funzionano.
  • Verifica che sulle schede elettroniche delle fotocellule non ci siano aloni bianchi; questi aloni sono dei residui portati dall’umidità o dall’acqua che evidentemente riesce a filtrare all’interno. In questo caso puoi provare con lo spray disossidante a pulire la scheda elettronica e vedere se le fotocellule tornano a funzionare, ma per esperienza un’infiltrazione d’acqua spesso danneggia irreparabilmente la scheda. Nel caso si tratti di sola umidità e possibile comunque che il tutto ritorni a funzionare, ricordati a questo punto di richiudere bene le plastiche e di sigillarle meglio (una bella passata di silicone intorno) in modo da evitare problemi in futuro
Esempio di fotocellula ben siliconata
  • Verifica che sul circuito non siano presenti bruciature; questo è un caso quasi limite, ma uno scompenso elettrico (come un fulmine) porta conseguenze irreparabili al circuito. Con caso limite intendo che è molto difficile che un fulmine colpisca direttamente e solamente le fotocellule; quando succede normalmente i danni avvengono prima sulla centrale di comando e poi possibilmente sulle fotocellule. Ad ogni modo se trovi delle bruciature sulla scheda elettrica delle fotocellule probabilmente dovrai sostituirle.
  • Verifica che non ci siano corpi estranei sul raggio di azione delle fotocellule; le piante rampicanti, l’erbaccia e i fiori durante la bella stagione crescono e se crescono davanti alle fotocellule non fanno più funzionare il cancello. La soluzione è una bella potata (alle piante, non alle fotocellule!)
  • Se il problema sulle fotocellule compare mentre sta nevicando (o piovendo davvero tanto) potrebbe essere la neve che scendendo interrompe il fascio infrarosso facendo quindi credere alla centrale che qualcosa sta attraversando il cancello. In questo caso basta aspettare che finisca di nevicare e tutto dovrebbe ricominciare a funzionare, e se i dispositivi lo permettono ridurre il livello di sensibilità delle fotocellule.
  • Se il problema compare al mattino presto oppure alla sera, potrebbe essere una questione di condensa sulla plastica protettiva delle fotocellule; in alcune installazioni in cui le fotocellule sono in un contesto di umidità (autunno e inverno per esempio dove al nord compare la nebbia) è possibile che al mattino queste abbiano la plastica “appannata” dall’umidità, smettendo di funzionare fino a quando il sole sorge (che riscalda le plastiche asciugandole). Questo è un difetto che può comparire nei prodotti economici, la soluzione è di sigillare con il silicone i punti di chiusura delle plastiche.
  • Se le fotocellule sono di tipo “wireless” ovvero con almeno un elemento senza fili (in genere il trasmettitore) allora dovresti provare a sostituire le batterie.
  • Verifica che trasmettitore e ricevitore (i 2 elementi che compongono la fotocellula) siano allineati fra loro e che non siano stati spostati; sembra strano ma dove c’e tanta gente ad utilizzare lo stesso cancello, come nei condomini, succedono le cose più improbabili… Una volta quando ancora effettuavo assistenza sono intervenuto in un condominio dove il cancello era bloccato senza motivo e dopo aver controllato tutto venne fuori che uno dei condomini la sera prima aveva spostato l’ottica della fotocellula per tenere il cancello aperto (perchè doveva scaricare le damigiane di vino) dimenticandosi di rimetterla a posto.

Dopo aver provato questi accorgimenti dovresti riuscire autonomamente a capire se le fotocellule sono da sostituire perché rotte oppure se esistono problemi minori che puoi risolvere da te.

E possibile sostituire le fotocellule autonomamente senza troppe difficoltà, ho preparato un articolo specifico che puoi trovare a questo link: Come sostituire le fotocellule

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Ti piace questo portale? Metti un like!

Facebook
Facebook
Vai alla barra degli strumenti