8 TIPI DI FOTOCELLULE: QUALE SCEGLIERE PER IL PROPRIO CANCELLO AUTOMATICO?

Esistono differenti tipologie di fotocellule nel mercato ognuna delle quali svolge il medesimo lavoro: fermare il cancello nel caso in cui qualcuno o qualcosa lo attraversi mentre è in movimento.

Le fotocellule sono quindi molto importanti perché possono salvaguardare la portiera del BMW da righe e strisciature ma anche salvare la vita ad un bambino. Non bisogna per nessun motivo “escluderle”, “eliminarle” o “bypassarle” anche se si sono rotte e state aspettando quelle nuove di ricambio; senza fotocellule il cancello va aperto a mano!

Dopo questa doverosa precisazione, vorrei spiegarti le caratteristiche principali che puoi trovare nelle fotocellule in commercio. L’offerta è molto ampia, questi suggerimenti dovrebbero aiutarti a capire quale tipologia scegliere per la tua automazione.


OTTICA REGOLABILE

Trattasi di fotocellule con il gruppo ottico orientabile, ovvero la lente che può spostarsi in diverse inclinazioni. Sono molto utili nel caso in cui le fotocellule non siano parallele fra loro perché evitano staffe e adattatori strani. Se hai la possibilità di installare le fotocellule una di fronte all’altra direi che puoi evitare la spesa dell’ottica orientabile e comprare una coppia di fotocellule standard!

Esempio di ottica regolabile: ruotando sulla sfera è possibile orientarla a seconda delle proprie esigenze


SINCRONIZZATE

Sono fotocellule che permettono di essere installate in modo multiplo senza interferire fra loro, progettate per essere installate in sistemi con più di una coppia di fotocellule. Diciamo che oramai quasi tutte le fotocellule in commercio sono sincronizzate fra loro ed offrono almeno la possibilità di installare 2 coppie nello stesso impianto; alcune di queste hanno un dip-switch che consente di creare più codici di trasmissione, in questo modo si possono utilizzare più e più fotocellule senza che interferiscano fra loro.

Se il tuo cancello ha necessità solamente di una coppia, allora non serve che siano “sincronizzate”

RIFLETTENTI

Sono fotocellule composte da un unico modulo che contiene trasmettitore e ricevitore integrati ed un riflettore passivo; in pratica hanno un dispositivo in cui si vanno a collegare entrambi i cavi del trasmettitore e del ricevitore, e dall’altro lato hanno una sorta di “specchio” che riceve il segnale infrarosso e lo riflette indietro. Il meccanismo è il medesimo di una fotocellula classica, ovvero rileva se il fascio di luce infrarossa viene interrotto.

Questa tipologia di fotocellule è meno comune e la si trova di più in installazioni industriali, automazioni interne ad edifici (porte ad impacchettamento rapido, portoni interni, etc) e l’unica ragione per cui dovrebbero essere installate in un impianto “civile” è per l’impossibilità di raggiungere con i fili un lato del cancello. Se hai la predisposizione per il passaggio dei fili da entrambi i lati del cancello, allora sicuramente non hai necessità di queste fotocellule.


WIRELESS

Come quelle riflettenti, le fotocellule wireless hanno un componente (il trasmettitore) che non necessità di collegamento alla centrale o all’alimentazione elettrica. Dispongono di batterie che alimentano il modulo per alcuni anni e che vanno regolarmente sostituite, o alcuni modelli hanno un piccolo pannello solare che ricarica le pile durante il giorno; Il vantaggio di avere un modulo wireless e che (come nelle riflettenti) non è necessario predisporre i fili da un capo all’altro del cancello. Sui cancelli esistenti possono essere una soluzione più economica che far mettere mano all’impianto elettrico da un professionista, se invece il tuo impianto ha già la predisposizione per le fotocellule, allora quelle wireless non ti servono.

Trasmettitore wireless di una fotocellula

Esistono anche modelli con entrambi i componenti (trasmettitore e ricevitore) wireless; questa specifica tipologia va acquistata solo se compatibile con il proprio impianto (pochi marchi le producono)

BUS

Le fotocellule BUS si installano in modo differente da tutte le altre fotocellule in quanto hanno come caratteristica il collegamento attraverso solo 2 fili (sia trasmettitore che ricevitore) in cui transitano alimentazione e segnale insieme. Tali dispositivi sono più sofisticati e vanno utilizzati su centrali di comando dello stesso brand predisposte. Acquista queste fotocellule solo se hai un impianto predisposto al loro montaggio perchè non funzionano su centrali con brand differenti!

BLINDATE

Le fotocellule blindate o antivandalo hanno la caratteristica di essere costruite con una scocca molto più robusta, spesso di materiale metallico, e sono molto più resistenti delle classiche fotocellule per poter resistere ad “attacchi” vandalici o urti. Per esperienza vengono installate in quei casi in cui dei vandali hanno già distrutto almeno 2 volte le fotocellule (statisticamente ho appurato che dopo 2 danneggiamenti le persone optano per un prodotto anti vandalo!) oppure più spesso in contesti in cui le fotocellule sono più esposte ad urti involontari (esempio, muletti o mezzi in manovra che gli sbattono contro). Sono generalmente progettate per resistere a fonti esterne di danneggiamento, quindi sono utili in caso tu abbia queste esigenze.
Esistono in alternativa delle specifiche protezioni (tipo delle cover paraurti) che possono essere applicati anche a fotocellule già installate.

Fotocellule blindate antivandalo
Cover per fotocellule
Fotocellula con “cover” antivandalo

Nella mia esperienza però ho visto che si possono adottare soluzioni alternative “autoprodotte”! Che dire… Se funziona, funziona!

Esempio di blindatura “fai da te”

AD INCASSO

Sono fotocellule progettate per essere installate all’interno delle scatole elettriche standard specifiche per le fotocellule (tonde o quadrate); essendo incassate parzialmente all’interno del muro (o del pilastro) sono leggermente più resistenti e tendenzialmente offrono un risultato estetico migliore (bisogna sottolineare che anche le fotocellule standard negli anni hanno subito importanti miglioramenti estetici).

Parte posteriore di una fotocellula ad incasso (la parte tonda si incassa nel muro)

Sono indicate se sulla tua automazione hai la predisposizione per le fotocellule ad incasso!

CON LUCE INTEGRATA

Alcuni produttori hanno ideato fotocellule con una luce di cortesia integrata generalmente a LED, per aggiungere un tocco di design all’installazione ma anche per illuminare meglio il varco di accesso del cancello; alcuni modelli funzionano anche come “lampeggiante”, ovvero iniziano a lampeggiare quando il cancello è in funzione. Se vuoi un effetto simile sul tuo cancello, allora queste sono le fotocellule per te, un consiglio è di accertarsi che non siano necessari ulteriori fili di collegamento rispetto allo standard (2 fili per trasmettitore e 4 fili per il ricevitore)

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error

Ti piace questo portale? Metti un like!

Facebook
Facebook
Vai alla barra degli strumenti